Vincenzo Strino

Comunicazione Digitale

El Salvador, case stampate in 3D costruite in 24 ore

El Salvador, case stampate in 3D costruite in 24 ore

Spaziosa, economica e si costruisce in 24 ore. La casa stampata in 3D è realtà ed è stata realizzata da Icon, una startup di Austin. Proprio nella città statunitense è stata svelata la stampante, che si chiama Vulcan, e rappresenta il fulcro dell’innovazione. È trasportabile su camion, in modo da essere ricollocata per stampare case anche altrove, utilizza materiali facilmente rintracciabili, e agisce stampando la casa un livello dopo l’altro, come fossero mattoni appoggiati l’uno sull’altro. Il risultato è un’abitazione le cui dimensioni variano dai 55 ai 75 metri quadrati: due camere, una cucina e un bagno (mentre il tetto non viene stampato ma costruito a parte) costruite secondo gli standard dell’International Building Code.

La casa ha un costo di 10mila dollari. La società sta al momento realizzando i primi test di abitabilità installando sensori per il monitoraggio della qualità dell’aria, e intende abbattere il prezzo di costruzione dai 10mila dollari necessari oggi fino a 4mila dollari per un’intera costruzione abitabile: “È molto più economica di una casa americana convenzionale”, ha dichiarato Jason Ballard, uno dei fondatori della startup.

Secondo i piani della compagnia le prime cento case verranno costruite l’anno prossimo a El Salvador, uno dei paesi più poveri al mondo, in collaborazione con New Story, un’associazione nonprofit che si occupa proprio di soluzioni d’abitazione a basso costo.

Vulcan e la tecnologia di stampa 3D “miglioreranno di dieci volte” la costruzione delle abitazioni, grazie a tecniche più veloci, con meno sprechi e più economiche. Senza considerare poi la possibilità di cambiare il disegno delle case, un’eventualità facilmente offerta dal meccanismo di progettazione che sta alla base di questo tipo di stampa: per apportare modifiche alla struttura è infatti sufficiente modificare la tavolozza di disegno.

Proprio ad Austin le due società hanno collocato un’abitazione costruita grazie a Vulcan. La casa si presenta così.

Quella in mostra ad Austin non è che un esempio, una sorta di casa-modello che lo staff di Icon utilizzerà per testarla e eventualmente valutare migliorie.

Le prime vere abitazioni verranno costruite a El Salvador, il paese dell’America Centrale affacciato sull’oceano Pacifico, nei prossimi diciotto mesi. Il progetto è costruire una comunità di cinquanta case, per cominciare.

“Milioni di famiglie non hanno un tetto sotto cui vivere, cioè il bisogno più basilare dell’uomo”, spiega New Story, una no-profit già da tempo attiva nel fornire abitazioni a famiglie che si trovano in povertà a Haiti, El Salvador, Messico e Bolivia. Insieme a New Stoty, a sviluppare la stampante 3D ci ha pensato Icon, un’azienda di costruzione secondo cui Vulcan e la tecnologia di stampa 3D “miglioreranno di dieci volte” la costruzione delle abitazioni, grazie a tecniche più veloci, con meno sprechi e più economiche. Senza considerare poi la possibilità di cambiare il disegno delle case, un’eventualità facilmente offerta dal meccanismo di progettazione che sta alla base di questo tipo di stampa: per apportare modifiche alla struttura è infatti sufficiente modificare la tavolozza di disegno.

in Agosto 10, 2018

#Instagram

  • Waiting for fellona di carna arrustuta 🍖🔥
.
.
#ferragosto #agosto #steak #barbecue #holiday
  • Dopo quasi un anno di lavoro per @palazzo_chigi e di inevitabile trasferimento a #roma avevo preso le ferie.
Lavorando coi social, l'obiettivo era quello di staccare un po' dal portatile, dai tool per le analisi dei dati, dal pacchetto Adobe per la parte creativa ecc. 
Qualcuno però ha deciso che il governo non gli piaceva e quindi rieccomi di nuovo qui, in trincea a pianificare la storia di un paese senza alcuna memoria.
La violenza più grande però è leggere cose su cui istintivamente vorrei intervenire a gamba tesa come Roy Keane, litigare di gusto come il miglior Nanni Moretti, e invece niente. Mi tocca indossare una maglia per espletare un pensiero, manco fossi un adulto che si crede giovane al festival del giornalismo di Perugia.
Ninetta mia ci vuole coraggio, non si stava meglio quando si stava peggio 🦏
.
.
#social
#reality
#me 
#picoftheday
#ininfluencer
  • Senza filtro e senza inganno 🌊
.
.
#mondello #palermo #sicilia #sicily #holiday
  • In estate è consigliabile mangiare tanta frutta, per questo a pranzo ho preso un'arancina 🍊
.
.
#palermo #sicilia #sicily #food #streetfood #summer
  • Vedo arrivare le ferie! 🥺
.
.
#holiday #me #picoftheday
  • Way to Blue .
.
#sky #rome
  • Lazy sunday afternoon in Rome 😴 ☀️
.
.
#roma #roma🇮🇹 #igersroma #rome #italy #italy🇮🇹 #visitrome #photooftheday #photography📷 #photo #sundaymood #sunday #lazysunday #sunday
  • Questa foto non è di particolare bellezza, ma ha un significato storico per me e quindi sento di condividerla con chi vorrà perdere un po' di tempo a leggere.
In pratica negli ultimi mesi ho passato una situazione particolarmente non semplice e le persone che mi vogliono davvero bene sono venute fuori nel modo più prepotente e bello possibile.
La scena che vedete riguarda la penultima sfida dell'associazione di cui sono fondatore. È una sfida ENORME che negli ultimi mesi non mi ha permesso di godere a pieno di altre piccole/grandi soddisfazioni personali perché mi ha portato via un sacco di energie.
Ho passato molte notti a pensare come esprimere al meglio tutto quello che avevo in testa e, grazie all'aiuto di una persona a cui devo tanto (pure se forse nemmeno immagina quanto), stamattina è cominciata la prima fase di questa sfida che annuncerò tra pochissimo.
Voi accomodatevi, perché sta per cominciare lo spettacolo.
Nell'attesa guardo questa foto e GODO ❤️
  • Cacare in testa a Giulio Cesare come obiettivo nella vita 🕊️
.
.
#me #roma #rome #italia #italy #story #foriimperiali #funny #goals
  • Andreotti diceva che la gratitudine è il sentimento della vigilia, ma stasera ho imparato che meno di un anno dopo i bombardamenti alleati su San Lorenzo (descritti da una famosa canzone di De Gregori), gli abitanti del mio condominio decisero di costruire questo altarino per ringraziare la Madonna di aver salvato il palazzo, uno dei pochi ad essere stato risparmiato dalle bombe.
E pure se è non la vigilia di niente, io sono grato ai miei condomini che mi hanno accolto come se fossi qui da sempre .
.
#roma #rome #me #june #gratitude #beautiful #roma🇮🇹 #sanlorenzo #love #picoftheday
  • Quant'uocchie scunusciut
che 'na vota c'erano frat.
E Nun dicimm niente,
ma che parlamm' a fa'? (Epo - Nun ce guardammo arete)
.
.
#instanapoli #napolitain #home #napolilove #napolitan #me #napoli #naples #napolidavivere #napoli_foto #napolipix #napolinstagram #napoligram #napolimia
  • Sono nato e cresciuto in via cupa dell'arco a Secondigliano.
I miei amici di infanzia sono morti o sono in galera.
Conosco la camorra e, proprio per questo, non ho mai avuto paura di sfidarla.
Perché non si tratta di un fatto solamente culturale, ma anche politico. Le mafie esistono lì dove non esiste lo Stato.
Esserci signfica dare dignità al territorio, creare opportunità di lavoro, generare bellezza e sostenere la comunità: tutte cose che provo a fare da anni con il @larsecgram.
Con il video di #opportunity (andate sul loro profilo qui su Ig o su Facebook) si dichiara ufficialmente guerra alla camorra con la creazione di una grande comunità fatta da ragazze e ragazzi che non hanno paura di sfidare il male a viso aperto.
Conosco personalmente tanti dei protagonisti di quel video e so per certo che, come me, anche loro hanno sempre dato l'anima per la città di #napoli

Seguimi!